Don Amedeo Vitelli, per Artena sempre in prima fila

RICORRONO VENTIDUE ANNI DALLA SCOMPARSA DEL PERSONAGGIO PIU’ IMPORTANTE DEL XX SECOLO DI ARTENA

DON AMEDEO

Più volte mi è stato chiesto, sapendo della conoscenza che ho della storia di Artena, soprattutto quella del XX secolo, chi, secondo la mia opinione, è stato il personaggio più importante di Artena nel novecento.

La risposta è difficile, perché molti sono stati gli eroi e i benefattori che hanno contribuito alla crescita sociale, morale e civile della Comunità, anche se uno più di altri ha incarnato perfettamente lo spirito dell’eroe senza macchia e senza paura, che solitamente è il personaggio migliore della vicenda. Parlo di don Amedeo Vitelli, di cui oggi ricorrono ventidue anni dalla morte.

Don Amedeo fa parte di quelle persone che hanno pensato solo ed esclusivamente al bene della collettività, al contrario di altri che, invece, hanno operato al proprio interesse, infischiandosene della Città.

Ci sono stati questi brutti personaggi; purtroppo hanno attraversato la storia di Artena, anche se nella considerazione generale sono individui sempre ai margini della Comunità, mai parte integrante di essa, perché la Comunità stessa li schifa.

Nel caso di Don Amedeo, se c’è ancora qualcuno a distanza di oltre venti anni a ricordarlo, significa che il segno che ha lasciato è ben impresso nella storia della Città. E’ un’orma profonda che si è allargata a vista d’occhio, espandendosi sempre di più soprattutto verso quelli che avevano più bisogno.

Don Amedeo era custode della Comunità, non soltanto di Santa Croce, ed era il paladino che si scagliava contro ogni ingiustizia perpetrata ai danni dei suoi concittadini. Fossero anche angherie arrivate dalle Istituzioni, il prete c’era sempre ed era in prima fila, con la sua faccia davanti a tutti.

Oggi a pensare a questi comportamenti così specchiati e leali, sembra davvero una cosa fuori dal comune, perché la normalità attuale è la cattiveria, il cattivismo, l’invidia, operare nell’ombra per fare del male, il sotterfugio.

Fortunatamente Artena vive anche di questi ricordi che un po’ riconciliano e ci fanno sperare che ogni tanto personaggi come Don Amedeo si manifestano e soverchiano, con i loro comportamenti, ogni tipo di cattiveria. Lo fanno con la forza delle azioni e delle parole, operano nel bene e nella lealtà, avendo – soprattutto – rispetto per la Città e gli artenesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close