“Borghi più belli d’Italia”, ecco la verità!

CI SONO STATE RICOSTRUZIONI SU COME SONO ANDATE LE COSE FONDATE SOLO PER “I SENTITO DIRE”. LA REALTA’ E’ CHE LA COMMISSIONE CHE DOVRA’ DECIDERE ANCORA NON SI E’ RIUNITA. E SE ANCHE SCATURISSE UN RESPONSO NEGATIVO, RAPPRESENTEREBBE UN PUNTO DI PARTENZA PER I MIGLIORAMENTI E NON CERTO UNA SCONFITTA DELLA NOSTRA CITTA’. PERCHE’ DI QUESTO PARLIAMO, DI ARTENA E DELLA SUA CRESCITA TURISTICA E CULTURALE. FARE UN FRONTE COMUNE AFFINCHE’ QUESTO AVVENGA

220px-Street_in_Artena_1

E’ necessario metter un po’ d’ordine alla pletora delle chiacchiere che sono state ingenerate dalla richiesta del Comune di Artena di far parte del Club I Borghi più belli d’Italia.

Innanzitutto ci preme rilevare che un avvenimento che dovrebbe accomunare tutta la popolazione, appare inviso ad alcuni concittadini. Sarebbe stato necessario un fronte comune, composto da Amministrazione Pubblica, Associazioni, organi di stampa, e invece è apparso subito chiaro il disfattismo con cui alcuni hanno considerato l’evento. Ancor prima della visita della commissione dei Borghi, e ancor prima della decisione di cui ancora oggi attendiamo comunicazione, c’era già chi faceva il funerale a quest’idea. Fortunatamente si è andati avanti, ci si è messa la faccia fino in fondo e certamente non si è fatta una figuraccia, come è stato scritto, ma, al contrario, è stato suscitato un interesse fuori dalla norma.

Ecco com’è andata, lo scriviamo sperando così di mettere la parola fine a queste chiacchiere e pettegolezzi inutili e soprattutto non rispondenti a quanto accaduto.

A marzo 2018 il presidente dell’Associazione Artena è casa mea, Cesarino Bianchi, ha lanciato l’idea di tentare di porre Artena in due progetti specifici, il Club dei Borghi più belli d’Italia e la partecipazione al programma Il Borgo dei Borghi di RAI 3 all’interno della trasmissione Geo e Geo.

L’Assessore alla cultura Caschera ha raccolto l’invito e ha chiesto al servizio 2- Cultura di redigere due progetti specifici, indipendenti tra loro, che fossero la base della richiesta, o quantomeno che solleticassero l’interesse dei rappresentanti delle due associazioni.

Come da iter amministrativo riconosciuto dal Club I Borghi più belli d’Italia, il Comune a maggio 2018 ha approvato in consiglio Comunale la richiesta della visita di certificazione, unitamente alla lettera firmata dal Sindaco in cui si descrivevano le peculiarità del paese (il progetto), e il tutto è stato inviato al Club.

images

Dopo che lo stesso Club ha inserito Artena nell’elenco dei borghi da visitare nel successivo anno 2019, ha inviato al Comune una lettera con la data per compiere la visita e per richiedere il versamento della somma di euro 500,00 come quota di concorso alle spese di certificazione.

La visita è avvenuta il 22 agosto scorso. Con l’ispettore del Club erano presenti gli assessori Caschera e Palone, il servizio 2-Cultura rappresentato da Vittorio Aimati, e il presidente dell’associazione Artena è casa mea Cesarino Bianchi; oltre al professor Vittorio Frosi, invitato dall’amministrazione a presenziare.

La visita è durata due giorni.

L’ispettore del Club a fine visita ha proposto, indipendentemente dall’esito della visita stessa, di pubblicare un articolo su Artena nella rivista Borgo Magazine, di cui lui era il direttore responsabile. Proposta che è stata accettata dal Comune di Artena.

Artena Arco Borghese

Contestualmente ha espresso qualche remora sulla visita, in special modo su certe problematiche, risolvibili nei prossimi mesi, e ha chiesto di poter accompagnare la sua relazione al Comitato Scientifico, con una comunicazione dell’Ente in cui si enunciavano alcuni punti di criticità emersi, con i modi e i tempi per la loro risoluzione. Questa comunicazione, che è un programma d’intenti per il miglioramento delle condizioni attuali, inviata il 24 settembre, sarà allegata alla redazione dell’Ispettore che sarà consegnata al Comitato Scientifico.

Solamente dopo aver considerato la relazione dell’Ispettore e il programma di miglioramento allegato redatto dal Comune, il Comitato Scientifico, proporrà l’ingresso, o l’ammissione con riserva o la non-ammissione al Club.

Sarà cura del Presidente del Club inviare una comunicazione al nostro sindaco, una comunicazione in cui sarà espressamente indicato l’esito della nostra richiesta: l’inserimento nel Club con eventuali “prescrizioni”, ovvero problematiche segnalate dall’ispettore certificatore ed emerse durante la visita; l’ammissione con riserva che prevede la rivisitazione tra 18 e 24 mesi, oppure la non-ammissione.

28276936_10213416817952698_6645841760359643081_n

Ci teniamo a porre l’accento che questa comunicazione al Comune non è arrivata, né, ancora oggi, l’ispettore certificatore ha consegnato la sua relazione alla Commissione Scientifica per la decisione.

Tutto ciò che si legge, quindi, è frutto di chiacchiere che non sono mai state confermate dagli organi ufficiali preposti a farlo.

Una considerazione finale. Comunque vada, questa esperienza farà partire un percorso virtuoso che sarà in grado di proporci, nell’immediato futuro, verso una qualsiasi certificazione turistica-culturale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close