LIVE ARTENA. Inizio fenomenale!

108D5880-8CCF-476B-A344-2D48EEB37FA0Oooh Oooh. Non è una esclamazione di stupore, è, invece, di pura ammirazione per la giornata inaugurativa del LIVE ARTENA 2019 (e non Artena Live come si ostinano a chiamarlo certuni). Entrata di diritto e di prepotenza nel panorama dell’attività culturali della Regione, la kermesse di Artena ha preso il via Sabato scorso (13 luglio), accompagnata per l’occasione da migliaia di giovani e non, che si sono riversati nel Centro Storico di Arte. 

Il LIVE ARTENA è l’unica manifestazione che ingigantisce e amplifica davvero il palcoscenico su cui si mostra. Solitamente il teatro connota il tipo di commedia e la compagnia che la interpreta: se vai al Sistina, ad esempio, sai cosa ti troverai di fronte anche se non conosci alcuno degli attori che saliranno sul quel palco. 

Per il LIVE ARTENA è certamente l’opposto, nel senso che le qualità dell’evento nobilitano il luogo, e non ce ne sarebbe certamente bisogno, perché parliamo dei vicoli, delle vie, degli angoli di Artena, di quel suo Centro Storico così straordinario e al contempo misterioso che meriterebbe titoli sui giornali o servizi sulle TV non solo per la raccolta differenziata che ha raggiunto oltre l’ottanta per cento, ma anche per le altre caratteristiche che sono prime e fondamentali affinché anche la raccolta differenziata sia virtuosa.

Voglio dire, e lo faccio con cognizione di causa, che non è la raccolta dei rifiuti la prerogativa di Artena, e questo tipo di messaggio così pubblicizzato attualmente, non è la base per creare il turismo, il motivo, cioè, che ci dovrà condurre ad Artena.

La straordinarietà del Centro Storico sta nella presenza giornaliera di persone che lo vivono. E lo amano. Sta nella presenza di Francesco, di “Occhio” e degli altri Bucci  che con i loro muli ne fanno un luogo vivibile al di là della raccolta rifiuti mattutina, Sta nella presenza di Giampiero “Mazzetta” e degli altri come lui, che restano gli integralisti fra i cappotti e meriterebbero un premio per tutto il bene che stanno compiendo in questi ultimi anni per la loro Terra, per quelle pietre bianche e lisce. Sta, ancora, nelle nuove generazioni che hanno deciso di tronare lassù, dopo che i loro nonni avevano abbandonato quell’arzigogolo di strade che s’intersecano le une alle altre. 

Eccolo, allora, il senso del LIVE ARTENA 2019, il ritorno, il viaggio di ritorno, il Nostoi, un viaggio avventuroso, spinoso, ma anche ricco di aspettative, che si affronta con l’entusiasmo il fedele accompagnatore di ogni esploratore che fa ritorno a casa.

Il Centro Storico di Artena è la nostra Itaca e Sabato scorso sono stati un paio di mila gli Odisseo che si sono arrampicati fin  lassù, per godere del LIVE ARTENA, chiamati anche a raccolta dall’invito di Boosta cofondatore e musicista del gruppo dei Subsonica, che quest’anno è stato il front men del festival, che ci ha messo la faccia e lo ha presentato al pubblico di tutta Italia con un video in cui raccontava le bellezze del luogo e la qualità dell’evento.

Quest’anno, tra l’altro, è stata presentata una nuova iniziativa che è in atto già ora che leggete. Si tratta dell’Open Call per artisti, una sorta di residenza artistica di una settimana per scultori, pittori, poeti, scrittori, fotografi, videomakers, allestitori, ecc che abiteranno per una settimana nel Centro Storico di Artena, e si faranno guidare dagli odori del luogo, dai sapori, dalle persone, dai monumenti, dalle case, per realizzare una loro opera, inspirata quindi ad Artena, e la lasceranno alla Città.

Chi il LIVE ARTENA non lo ha mai visto si è perso moltissimo, e chi volutamente ha voluto perderselo si è auto inflitto una punizione, nemmeno lontanamente comprendendo la forza, la qualità, la bellezza della manifestazione. Poi c’è il capriccio, quello per cui non vado al Centro Storico per non dare soddisfazione a coloro che hanno allestito l’evento, ma questa è un’altra cosa e rientra nel panorama delle cose stupide e ridicole che si fanno nel corso di una vita.

Chi non lo ha mai visto ha ancora tempo per farlo: Venerdì e Sabato prossimi, ad esempio. Con la conclusione di Sabato che avrà delle sorprese monumentali e che non vi posso raccontare, ma che vi faranno restare a bocca aperta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close