La Vis Artena: un sogno in serie D

 

913895.png

Noto con estremo dispiacere che il cammino della Vis Artena nel campionato di serie D, non sta entusiasmando, come invece meriterebbe, la stampa locale che non dedica molte parole all’impresa che i rossoverdi di mister Punzi stanno realizzando. Parlo di impresa, ma in realtà si tratta di professionismo applicato al duro lavoro settimanale. Non c’entra essere neopromossi se di concerto all’inesperienza si pone sul piatto della bilancia, il sudore, la determinazione, la passione, il lavoro costante durante gli allenamenti. Non entro nel merito tecnico, perché ho davvero visto poco della stagione agonistica, qualche riflesso filmato di qualche TV locale, e quindi non posso commentare tecnicamente le partite fin qui disputate; posso però entrare nei numeri e nelle cifre che sono incontrovertibili, almeno per questo inizio di torneo.

Iniziamo dalla Coppa Italia: la Vis è stata battuta al terzo turno, non perdendo mai, battendo in rapida successione Anzio e Latina, squadra dal blasone notevolmente superiore a quello dei rossoverdi, e poi uscendo solamente ai calci di rigore contro il Flaminia. Solo tre turni dirà qualche benpensante, eppure il cammino di autostima e di autoreferenzialità è cominciato proprio da quei turni estivi di coppa Italia. E’ durante quelle gare che Matrigiani e i suoi si sono resi conto che avrebbero lottato alla pari con tutti gli avversari, perché hanno affrontato quelle partite senza alcun timore reverenziale, imponendo gioco e – alla fine – risultato. Poi l’inizio del campionato non ha che confermato quanto di bello si era visto durante l’Estate. L’esordio folgorante e la vittoria nei primi due turni con l’Aprilia in casa e addirittura a Cassino su un campo di una pretendente alla promozione in serie C. Dopo oltre un mese in serie D la Vis non aveva ancora perso, alimentando nei tifosi pretese e ambizioni non preventivate ad inizio stagione. A dire il vero la società e l’allenatore non hanno mai rilasciato dichiarazioni che fossero diverse dalle aspettative e cioè quelle di disputare un campionato che possa portare ad una salvezza anticipata, e poi, solo successivamente accontentarsi di tutto quelle che di più viene.

untitled

Dopo questo primo mese ottimo, per i rossoverdi sono arrivate le prime amarezze. Ma era scontato che in qualche maniera il gruppo lasciasse per strade punti solo per l’inesperienza. Le successive due partite hanno confermato le difficoltà della serie D per una neopromossa, e sono arrivate due sconfitte consecutive: ad Ostia Mare e in casa con il Trastevere. La bravura dei rossoverdi, però, e con questo intendiamo non solo il parco calciatori e tecnici, ma tutto l’ambiente, anche quello societario, sono stati capaci di ripartire senza aver fatto tragedie, come all’inizio non si erano esaltati per le vittorie. Questo testimonia la maturità della squadra e della società, ed è il vero punto forte del sodalizio. Le successive tre partite hanno visto tre vittorie della squadra di Punzi: due in trasferta sugli ostici campi sardi, a Budoni e a Sassari contro la mitica Torres, inframezzate dalla vittoria casalinga con la blasonatissima Lupa Roma che per lungo tempo è stata la terza società del Lazio.

Dopo sette partite la Vis Artena è a un punto dal primato diviso a metà tra Avellino e Trastervere, ed è nella posizione che compete al sodalizio dopo questo inizio di torneo. La Vis, insomma, non sta usurpando una posizione che non è nelle sue corde, anzi. L’inizio del torneo ha dimostrato ampiamente il contrario e Matrigiani ha dichiarato su Lazio in gol: “…L’inizio di campionato? E’ sicuramente positivo, i ragazzi sanno come la penso: io ci credo perché la Vis Artena sta semplicemente raccogliendo tutto quello che di buono semina con il lavoro del gruppo e di uno staff tecnico e dirigenziale composto da grandi persone.”

Domani, turno infrasettimanale. A Colleferro, dove giocano i rossoverdi per l’impraticabilità del campo di Artena, arriverà il Latina. Partita davvero tosta, ma la classifica parla chiaro e la squadra da battere sarà l’Artena e non il contrario.

Vitt. Aim.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close