Calcio. La serie D veicolo per far conoscere Artena

PRESENTATE MAGLIE E INNO UFFICIALE DELLA SQUADRA NELLA SALA CONSILIARE DEL COMUNE

IMG_E6778

A tre mesi di distanza la Vis Artena ha fatto nuovamente visita alla città di Artena. Lo ha fatto Venerdì scorso nella sala consiliare dove ad attendere i vertici del sodalizio rossoverde vi erano il Sindaco del Comune Angelini, il presidente del Consiglio Comunale De Angelis e altri componenti il Consiglio Comunale.

Se la prima volta – a Maggio scorso – la visita era per festeggiare la promozione della squadra in serie D, questa volta i rossoverdi si sono radunati per presentare al pubblico e all’amministrazione comunale l’Inno della squadra e le maglie ufficiali per la stagione 2018/2019, che inizierà il prossimo 16 Settembre. C’è stato però già un prologo che ha visto la Vis Artena sfidare, e battere, l’Anzio nel turno preliminare di coppa Italia dilettanti. Domenica la Vis è attesa dal Latina per il primo turno.

Ma la manifestazione di Venerdì non era per presentare l’aspetto tecnico del sodalizio che “è quasi definitivo, ma non del tutto – ha detto il presidente Matrigiani, annunciando proprio in diretta l’ultimo acquisto della Vis, si tratta di Danilo Amato, classe 1999, proveniente in prestito dalla Reggina –noi siamo qui – ha proseguito Matrigiani – per presentare Inno e maglie ufficiali”.

Con Matrigiani, vi erano il DG Cristian Calabrese, il DS Angelucci e l’allenatore Punzi, successivamente è arrivato anche il patron Di Cori.

La coppa della Promozione era stata posta al centro della sala, mentre di fianco sono stati posti i manichini con le due maglie coperte.

Non sono mancati però i discorsi societari che hanno messo in evidenza l’aspetto prettamente gestionale e quello tecnico. Calabrese, nuovo DG, ha ringraziato tutti gli sponsor e le partnership che hanno inteso sposare il progetto Vis Artena, soprattutto le società Tailorsan e SM edilizia, che sono i due sponsor principali che campeggiano sulle maglie. Angelucci è entrato nell’aspetto più agonistico dichiarando che la costruzione della squadra è stata fatta con l’obiettivo di raggiungere una tranquilla salvezza, almeno per quest’anno, per poi alzare l’asticella. Ha chiuso i discorsi tecnici mister Punzi parlando della gara di Anzio e di quella che vedrà la Vis opposta al Latina domani, accennando, però, anche alla stagione futura, e all’obbligo che corre alla Vis, cioè quella di onorarla in ogni gara.

IMG_E6776

Il Sindaco è stato sollecitato ad intervenire sul discorso campo sportivo. Come sapete, infatti, le prime gare interne la Vis le disputerà a Colleferro. “I lavori inizieranno a breve – ha detto il primo cittadino specificando anche che il termine dovrebbe essere di due mesi. Ha voluto precisare, però, che il Comune non si sta occupando solo del nuovo campo sportivo, ma ha messo in cantiere una serie di iniziative di aspetto sportivo-strutturale che daranno nuova luce alla città.

Poi è arrivato l’ascolto dell’inno ufficiale. Tre minuti accattivanti di un suono coinvolgente. Era presente l’autore, il giovanissimo Alessandro la Cava, che ha scritto le parole, la musica, gli arrangiamenti e lo ha prodotto. La Cava è una garanzia, considerato che è un musicista a trecento sessanta gradi, e, nonostante la giovane età, ha avuto già innumerevoli successi.

Dopo l’inno è stata la volta delle maglie. Due i kit presentati. Uno blu con i bordini rosso verdi; mentre l’altro a strisce verticali rossoverdi, divise da un bordino bianco. La cosa davvero nuova è rappresentata dal fatto che le maglie contengono i valori storici e fondanti la comunità artenese. Nella maglia blu, campeggia, a sinistra, l’Arco Borghese; mentre in quella rossoverde, in primo piano vi è il Centro storico con la chiesa di Santa Croce in alto. Come a voler dire che diamo visibilità al nome Artena, ma diamo visibilità anche a come è Artena, a cosa gli avversari possono trovare nel nostro accogliente centro.

IMG_E6780

A margine alcune note che riguardano il calcio giocato. La Vis è stata inserita nel girone G con tutte le laziali, le cinque squadre sarde e con la presenza dell’Avellino. “E’ un onore e un piacere – ha detto Angelucci – poter sfidare al Partenio l’Avellino, una squadra che ha militato oltre dieci anni in serie A, e lo scorso anno era in B”.

Ecco come cambia la prospettiva. Da oggi Artena si confronta con i capoluoghi di provincia, con realtà che hanno giocato tra i professionisti e intercorre rapporti con società come la Reggina o la Sambenedettese. Un Mondo diverso per Artena; forse un modo per far crescere l’intera comunità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close