A Don Franco Diamante. E’ proprio vero, nessuno è profeta in patria

uu

Artena si distingue ancora per le critiche a un suo illustre concittadino

C’è in giro una lettera, che è stata pubblicata su un giornale locale, di “lamentele in riferimento al comportamento del parroco don Franco Diamante”. (Notizie del Cuore di Aprile 2018. Il Giornale fa bene a pubblicare la lettera come fa altrettanto bene a sollecitare la replica del sacerdote, si comporta in maniera eticamente perfetta).

Letto così può sembrare in chissà quale guaio sui sia cacciato il sacerdote artenese da 8 mesi parroco della chiesa del Convento. Poi continui a leggere la missiva e ti accorgi che le lamentele si riferiscono a come il sacerdote officia la Messa della Domenica ed è accusato della spettacolarità con cui crea ilarità tra i fedeli. Il parrocchiano – così si definisce chi scrive – non ci è dato sapere se oltre ad essere tale, ha un nome e un cognome e se rappresenta se stesso o un gruppo più ampio. Perché questo è importante più di ogni altra cosa: quando si accusa qualcuno, anche di stupidaggini come quelle di cui è accusato Don Franco, buona creanza vuole che bisogna metterci la faccia. Sapete, questo è un Paese dove menzogne e calunnie crescono a dismisura, dove la politica del “fango addosso” è una prassi che crea sempre più vittime e, purtroppo, proseliti. E’ una prassi cavalcata un po da tutti in questa città per screditare il comportamento di quelli che reputiamo rivali, nemmeno nemici per carità, ma appena appena rivali, ma questo, probabilmente, non è il caso del mittente della lettera inviata alla redazione del giornale locale. Ci fa specie, però, che il parrocchiano in questione,  per avere un contraddittorio sulle diverse opinioni fra le parti, usi le colonne di un giornale per dare spettacolarità a una cosa che non ne ha nemmeno un po!

Nello specifico delle critiche rivolte a Don Franco vengo a sapere da “altri parrocchiani” che da quando il sacerdote è arrivato al Convento, la presenza di persone e soprattutto giovani, è notevolmente aumentata, se poi le sue omelie sono fatte in dialetto, sono colorite e spettacolari, sono condite da inviti che possono sembrare diseducativi (quanto può esserlo un invito ai bambini di salire sull’altare? O ai giovani di spaccare tutto nel senso di affrontare la vita a viso aperto?) non è un problema di don Franco.

Anzi, a dire il vero, uno che ha predicato in tutto il Mondo; uno che è stato nelle missioni poverissime del Messico per anni; uno che ha fatto il cappellano nel carcere di Velletri, uno che ha avuto gli insegnamenti di eminenti sacerdoti del luogo, ha tutto il diritto di fare le sue omelie come meglio crede, e se confida che parlare in dialetto è il modo migliore per arrivare al cuore della gente, lo deve fare! Papa Francesco ci insegna quotidianamente “che la buona notizia, la parola di Dio entra dalle orecchie, arriva al cuore e poi alle mani per fare le opere buone”, cioè ci insegna il fine e non il mezzo, ed è questa la differenza davvero sostanziale: per arrivare al bene tutte le strade sono lecite. Non è sbagliato far ridere, creare ilarità, parlare di problemi gravi che affliggono la vita con leggerezza, se tutto alla fine coinvolge il cuore e l’anima, li nutre e li fa stare meglio.

Quindi, caro Don Franco, prosegui nel tuo cammino, prosegui come hai sempre fatto, prosegui con quel tuo sorriso dolce e avvolgente, parla alle persone senza mai ridimensionare quello che sei, e, soprattutto, continua a parlare ai giovani perché fra loro ci sono i capofamiglia di domani, ci sono i genitori del futuro e sappiamo di quanto amore avranno bisogno. Grazie

Vittorio Aimati

 

6 pensieri riguardo “A Don Franco Diamante. E’ proprio vero, nessuno è profeta in patria

  1. Antonella Ciucci 30 aprile 2018 — 10:38

    Bravo! Come sempre il tuo articolo è chiaro ed esplicito. “Nemo propheta in patria” in questo nostro paese sembrerebbe la prassi, e noi lo sappiamo bene. I principi e i valori di don Franco non possono e non devono essere messi in discussione da un lettore anonimo, quindi vigliacco, che si nasconde per mettere in cattiva luce un parroco che si sta dando molto da fare soprattutto con bambini e giovani che come dici tu sono i papà e le mamme del futuro. Gli espedienti usati dal lettore anonimo sono esecrabili e non meritano attenzione. Ti ringrazio, caro amico, di aver condiviso con me questo momento. Ciao a presto Antonella

    "Mi piace"

  2. Vittorio caro…..condivido in pieno il tuo pensiero,hai detto bene:Nessuno e’Profeta in Patria…..ce ne fossero di Santi Sacerdoti come lui,Viva Don Franco,il nostro caro amico di e da sempre! Buonanotte da una tua cara amica,Rina Augusta

    "Mi piace"

  3. Antonella Ciucci 2 maggio 2018 — 10:06

    Artena, 30 aprile 2018 ore 10.30
    Bravo! Come sempre il tuo articolo è chiaro ed esplicito. “Nemo propheta in patria” in questo nostro paese sembrerebbe la prassi, e noi lo sappiamo bene. I principi e i valori di don Franco non possono e non devo essere messi in discussione da un lettore anonimo, quindi vigliacco, che si nasconde per mettere in cattiva luce un parroco che si sta dando molto da fare soprattutto con bambini e giovani che come dici tu, saranno i papà e le mamme del futuro. Ti ringrazio, caro amico, di aver
    condiviso con me questo momento.
    A presto Antonella Ciucci

    "Mi piace"

  4. Nadia González 7 novembre 2018 — 6:00

    Me da gusto saber del padre Franco por este medio gracias al Internet.

    Soy parte de los jóvenes que en México lo seguía.
    Me encantaría volver a contactarlo y hablar con él.
    Si no es asi, Ojalá pudiera darle los saludos afectuosos de Juan y Trini y la pequeña Nadia.

    Gracias por mostrarle al mundo su mejor cara del padre Franco!!

    "Mi piace"

  5. Por favor, esta es una suplica que hago, necesito contactar a Don Franco Diamante, mi nombre es Mariela de México (Ensenada, Baja California). Don Franco Diamante ha sido una persona muy importante en mi vida. Es una gran persona!

    "Mi piace"

  6. Mi nombre es Laura y soy secretaria de la Parroquia de Nuestra Señora del Carmen en Tijuana, México. Feliz de saber algo de P. Franco Diamante, el estuvo un tiempo por esta Parroquia, un privilegio haberlo escuchado en sus homilías, pero sobre todo…P. Franco SIEMPRE tenía la palabra exacta para hacernos sentir el Amor y la Misericordia de Dios. / Mi chiamo Laura e sono la segretaria della parrocchia di Nuestra Señora del Carmen a Tijuana, in Messico. Felice di sapere qualcosa di P. Franco Diamante, ha trascorso un po ‘di tempo in questa Parrocchia, un privilegio averlo sentito nelle sue omelie, ma soprattutto … Franco ha SEMPRE avuto la parola esatta per farci sentire l’Amore e la Misericordia di Dio.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close